joomla stats

Iscriviti al Blog di ProMentis

QUEST’ANNO A SCUOLA SI VA SENZA ZAINO: una rete di insegnanti propone una scuola statale senza cattedre e banchi

QUEST’ANNO A SCUOLA SI VA SENZA ZAINO: una rete di insegnanti propone una scuola statale senza cattedre e banchi

L'obiettivo di "Scuola senza zaino" è una scuola più leggera con meno pesi sia fisici che mentali. Il metodo prende lo spunto dalla pedagogia montessoriana, ma anche dall'esperienza della Cooperazione Educativa e dagli studi sui neuroni specchio.

In poche parole si vuole creare una scuola di comunità con molti spazi comuni e ampia libertà di movimento. La cattedra sparisce e i banchi sono sostituiti da tavoli quadrati. Il materiale didattico rimane in classe ed è condiviso dagli studenti. Le attività didattiche sono pensate per sviluppare l'autonomia e la responsabilità degli alunni abbandonando la competizione per il voto per la collaborazione con i compagni.

«Nel nostro approccio è il bambino ad essere protagonista e l'aula si modella attorno a lui», spiega Daniela Pampaloni, responsabile nazionale della Rete Scuole Senza Zaino. «Lo zaino è un po' il simbolo di ciò che non va oggi. È un oggetto che stato inventato per aiutare chi affronta situazioni precarie: lo usano gli alpinisti, i viaggiatori, i soldati. Di certo non è stato progettato per degli scolari».

L'aspetto forse più interessante del progetto è che non si tratta di una sperimentazione di élite, ma di una piccola rivoluzione potenzialmente di massa, applicabile in qualunque classe a costo contenuto. Le scuole che aderiscono all'iniziativa sono sia statali sia paritarie. Partiti nel 2000 dalla Toscana sono molte le regioni coinvolte (88 istituti per un totale di diciotto mila alunni.)

I risultati, confermati da una ricerca dell'Università degli Studi di Firenze, riguardano soprattutto il benessere psicologico dei ragazzi: aumentano l'empatia e la voglia di andare a scuola, diminuiscono stress e nervosismo.

Ma come si fa a trasformare una scuola in una Scuola senza Zaino?

I presidi e il collegio docenti interessati contattano l'associazione e si organizza un primo incontro a cui fanno seguito un corso di formazione per gli insegnanti e un sopralluogo degli architetti. È necessario anche un cambio degli arredi delle aule, che deve essere finanziato dagli enti locali

Ai genitori viene richiesto solo un coinvolgimento morale, ma non viene richiesto alcun contributo aggiuntivo. A carico delle famiglie rimane il materiale didattico di ogni alunno, a cui viene chiesto di abbandonare zaini di marca e astucci a tre strati a favore di un kit di materiale base che andrà condiviso con i compagni per un costo totale di circa 80 euro l'anno.

Commenti

 
No comments yet
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 18 Agosto 2018

SOS RIPETIZIONI

La scuola nei diversi ordini e gradi è sempre più impegnativa, è importante quindi intervenire tempestivamente per prevenire qualsiasi difficoltà ...
bottone leggi tutto
RIPETIZIONI

 

ASSISTENZA E SOSTEGNO ALLO STUDIO

Se sei uno studente o il suo genitore con difficoltà o disturbi nell'apprendimento puoi affidarti al nostro team di psicologi, psicoteraupetici e altri specialsiti ...
bottone leggi tutto
ASSISTENZA STUDIO

 

CORSI E CERTIFICAZIONI DI INGLESE
PER PRIVATI E PER AZIENDE

Ciò che rende diverso il nostro centro da tutti gli altri è la nostra metodologia. Abbiamo preso spunto dalle più recenti ricerche sull’apprendimento e sviluppo e abbiamo lavorato con esperti per creare lezioni che vanno oltre alle solite conoscenze. Imparare l’inglese con gli strumenti giusti è più facile!
largeclass istock 2

 

WORKSHOPS E LIFE COACHING
PER PRIVATI E PER AZIENDE

Lavoriamo con i clienti per sviluppare la conoscenza che ognuno ha di se stesso e per costruire strumenti per la propria crescita interiore, la propria attitudine mentale positiva e la propria realizzazione personale.

 workshop  coach10