joomla stats

ProMentis Learning Centre utilizza i cookies. Clicca su MORE per approfondire cosa sono i cookies. Clicca su CHIUDI per accettare i cookies.

Iscriviti al Blog di ProMentis

UNIVERSITA’ E INSEGNAMENTO IN LINGUA INGLESE

UNIVERSITA’ E INSEGNAMENTO IN LINGUA INGLESE

Il mondo corre veloce e dobbiamo insegnare ai ragazzi a stargli dietro. In Europa alcuni paesi del Nord Europa hanno già puntato sul bilinguismo, da noi la lingua inglese è ancora tabù nelle università. Il primo strumento indispensabile per mandare i ragazzi all'estero sono proprio le conoscenze linguistiche, perché non si possono mandare gli studenti incontro al mondo se non riescono a farsi capire fuori dall'Italia.

In Italia la docenza di una materia in inglese nei corsi obbligatori è permessa solo se si offre una alternative in italiano. Il che significa che bisogna istituire un altro corso con lo stesso contenuto in italiano. Quindi lo stesso docente deve tenere per due volte lo stesso corso oppure l'università deve utilizzare un'altra risorsa. Questo significa che l'apprendimento in inglese non è obbligatorio perché il sistema offre una via di fuga: la possibilità di sostenere lo stesso esame in italiano. La motivazione alla base del regolamento riflette un problema culturale di fondo: la possibilità di evitare l'inglese. In questo modo è chiaro che gli studenti meno volenterosi scelgano la strada più facile: sostenere l'esame in italiano.

L'anno scorso il rettore del Politecnico di Milano ha ottenuto il consenso del Senato Accademico per introdurre l'insegnamento esclusivo in lingua inglese nei corsi di specialistica e dottorato. In seguito, questa scelta è stata bocciata dal TAR in quando 150 professori erano contrari alla scelta per ragioni pedagogiche e culturali. Questo ha dimostrato che molti professori non sono ancora pronti al passaggio e alcuni hanno sottolineato il fatto che bisogna salvaguardare la cultura italiana attraverso l'insegnamento delle materie in lingua italiana. Riguardo a questo ultimo punto, io ritengo che studiare in inglese per una parte del proprio percorso formativo non farà dimenticare il corretto uso dell'italiano. La scelta del Politecnico è ora in attesa della decisione della Corte Costituzionale.

Nel Nord Europa, dove le università dalle specialistiche in poi è solo in Inglese, non si pensa certo a questa scelta come limitativa, anzi si vive questa scelta come una opportunità. Nei paesi nordici, come l'Olanda e la Svezia anche gli autisti e gli operatori ecologici parlano in inglese.

La cosa importante da non dimenticare è che l'introduzione dell'inglese nelle università non sostituisce la lingua italiana, ma la integra. Il futuro dei ragazzi è multilingue!

Commenti

 
No comments yet
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 16 Ottobre 2018

SOS RIPETIZIONI

La scuola nei diversi ordini e gradi è sempre più impegnativa, è importante quindi intervenire tempestivamente per prevenire qualsiasi difficoltà ...
bottone leggi tutto
RIPETIZIONI

 

ASSISTENZA E SOSTEGNO ALLO STUDIO

Se sei uno studente o il suo genitore con difficoltà o disturbi nell'apprendimento puoi affidarti al nostro team di psicologi, psicoteraupetici e altri specialsiti ...
bottone leggi tutto
ASSISTENZA STUDIO

 

CORSI E CERTIFICAZIONI DI INGLESE
PER PRIVATI E PER AZIENDE

Ciò che rende diverso il nostro centro da tutti gli altri è la nostra metodologia. Abbiamo preso spunto dalle più recenti ricerche sull’apprendimento e sviluppo e abbiamo lavorato con esperti per creare lezioni che vanno oltre alle solite conoscenze. Imparare l’inglese con gli strumenti giusti è più facile!
largeclass istock 2

 

WORKSHOPS
PER PRIVATI E PER AZIENDE

Lavoriamo con i clienti per sviluppare la conoscenza che ognuno ha di se stesso e per costruire strumenti per la propria crescita interiore, la propria attitudine mentale positiva e la propria realizzazione personale.

 workshop  coach10


 

Ultimi Post